11 Apr

Commenti disabilitati su Gli operatori dell’Alpe Cimbra in visita a St. Anton am Arlberg

Gli operatori dell’Alpe Cimbra in visita a St. Anton am Arlberg

by

Sono stati 38 gli operatori dell’Alpe Cimbra (albergatori, ristoratori, noleggiatori, maestri di sci, commercianti, proprietari di appartamento ed impiantisti) che hanno partecipato al viaggio di formazione organizzato dall’APT a Serfaus e St. Anton Zurs Lech.

Venerdì 7 aprile alle ore 5.00 siamo partiti dall’Alpe Cimbra con direzione Hotel HansWirt 4 stelle S in località Rablà – Merano dove siamo stati accolti in un atmosfera incantevole e con una colazione a buffet di grande qualità. Alle ore 9.30 il gruppo è giunto al parcheggio principale alla porta d’ingresso di Sefaus dove abbiamo preso il tram sotterraneo  che percorre la via principale del paese e congiunge il grande parcheggio con i principali punti d’interesse del paese e la partenza degli impianti, eliminando del tutto i traffico veicolare. Leggi tutto

22 Mar

Commenti disabilitati su Firmato a Merano il contratto per la nuova gestione del Web Alpe Cimbra

Firmato a Merano il contratto per la nuova gestione del Web Alpe Cimbra

by

Nuova partnership web per l’Alpe Cimbra di Folgaria Lavarone e Luserna

Nella giornata di ieri, 21 marzo 2017, abbiamo concluso la definizione contrattuale con l’azienda Zeppelin che ci affiancherà e seguirà nella gestione del web Alpe Cimbra per i prossimi anni.

Dopo la proficua collaborazione durata diversi anni con Web Marketing Trento, APT Alpe Cimbra ha inteso cambiare al fine di mettere in campo nuove soluzioni ed idee procedendo con l’approntamento di un nuovo sito web di ultima generazione che sarà creato ed ideato da zero con lancio previsto 30 settembre 2017. Nel contempo l’azienda Zeppelin seguirà le campagne web estate 2017 e successive.

Oggi il web e i social rappresentano una fetta notevole degli investimenti di comunicazione della nostra azienda e pertanto confidiamo molto in questa nuova partnership che comporterà mesi di lavoro e speriamo, soddisfazioni.

 

 

20 Mar

Commenti disabilitati su L’Alpe Cimbra si presenta alla Bocconi

L’Alpe Cimbra si presenta alla Bocconi

by


Sabato 18 marzo 2017, con grande soddisfazione, ho accolto l’invito del Professor Giovanni Viganò di intervenire in Bocconi a Milano durante una lezione del master in economia del turismo.

Il professor Viganò conosce bene i comuni di Folgaria Lavarone e Luserna in quanto nel 2006 condusse un profondo studio sulle caratteristiche e prospettive turistiche degli altipiani medesimi. Nel contesto di allora, il professore fece i conti con i profondi contrasti tra i 3 territori ed in particolare si confrontò con il difficile settore impiantistico di Folgaria e Lavarone.

A distanza di anni, il professor Viganò ha appreso la nascita del marchio Alpe Cimbra, questione da lui condivisa e per alcuni aspetti auspicata nello studio del 2006. Per me e credo anche per il territorio dell’Alpe Cimbra, intervenire in un contesto cosi prestigioso come l’università Luigi Bocconi, è stato motivo di grande orgoglio.

Ecco le slide presentate:

Presentazione Alpe Cimbra Università Luigi Bocconi

 

14 Mar

Commenti disabilitati su Approvata la modifica della tassa di soggiorno sull’Alpe Cimbra

Approvata la modifica della tassa di soggiorno sull’Alpe Cimbra

by

Martedì 14 marzo presso il centro civico di Carbonare si è svolta l’assemblea plenaria degli operatori dell’ospitalità dell’Alpe Cimbra. L’importante tema in oggetto ha comportato la partecipazione di 60 operatori su 92 operatori invitati. Dopo l’illustrazione a cura di APT delle motivazioni a sostegno dell’aumento è stata largamente condivisa la proposta di un aumento dell’imposta di soggiorno nella misura di € 2.00 per tutti gli ospiti degli operatori interessati. Leggi tutto

22 Apr

Commenti disabilitati su Una grande squadra

Una grande squadra

by

???????????????????????????????

Adesso si Cambia Passo!

Cambiare passo è l’inizio di un nuovo convincente percorso. è la voglia di dinamismo, di ingegno, di spingersi oltre le difficoltà. È un segno, un blocco di partenza rispetto ad una attenta lettura del presente unita ad un’analisi concreta del passato. Per cambiare passo serve competenza e consapevolezza, umiltà ma soprattutto onestà. Questi i principi cardine della lista “L’altopiano Cambia Passo”, donne e uomini, cittadini, che si propongono alla Comunità con professionalità, età anagrafica diversa, rinnovamento affiancato al valore dell’esperienza.

Con Noi per il futuro di Folgaria

La Magnifica Comunità di Folgaria nella storia, è sempre stata identificata come un territorio forte, laborioso, con robusti principi identitari e di autonomia. Nel suo passato più recente, questa forza si è esplicata nella responsabilità dell’autodeterminazione, nel valore delle proprie azioni ed idee, nell’affiancare ai suoi piccoli numeri, proposte intelligenti ed innovative. Una spinta propulsiva caratterizzata dal valore della coesione sociale, dal respiro culturale aperto, dall’emancipazione dagli schemi che tipicamente caratterizzano il destino delle piccole Comunità di montagna.

Nel corso degli ultimi anni tuttavia la nostra Comunità ha vissuto un progressivo esaurimento di questa spinta lasciando spazio ad uno scenario di difficoltà. La politica ha lentamente abdicato dal suo ruolo di guida, di ascolto, di elaborazione e sintesi. Oggi, il nostro territorio, le nostre imprese, i nostri cittadini, vivono l’incertezza del futuro, l’assenza di un piano, la sensazione di essere soli ed impreparati di fronte alle sfide.

La lista L’Altopiano Cambia Passo pone quale principale obiettivo del prossimo mandato amministrativo , la restituzione del primato di una politica che sappia ascoltare, elaborare ed agire nel quadro di un nuovo patto per lo sviluppo del nostro territorio. Un Municipio conscio della sua imprescindibile importanza, del ruolo cardine di garante dei rapporti interni ed esterni alla Comunità. Il recupero di una credibilità politica nel contesto Trentino, nei rapporti con le istituzioni locali e provinciali. Un’azione politica trasparente, un’amministrazione che restituisca etica al nostro Comune e nei confronti dei cittadini.

Un nuovo ciclo progettuale, moderno ed innovativo, che possa portare Folgaria e gli Altipiani ad assumere ancora un ruolo nodale nel sistema Trentino. Una filosofia amministrativa caratterizzata dall’idea di un territorio aperto, internazionale e pluriculturale. Un ritorno all’estetica, al piacere del bello, alla sperimentazione e la ricerca di efficienza. Innovazione gestionale e ricucitura del territorio, con un nuovo ciclo di investimenti finalizzato al perfezionamento ed alla qualità.

Una Comunità inclusiva, che investe nel proprio capitale umano ed insieme alle proprie imprese. Un territorio dove il livello di benessere sociale diviene elemento di sviluppo e promozione.

Sostenendo la lista “L’Altopiano Cambia Passo”, scegli un futuro fatto di certezze, dove la speranza prende il posto della rassegnazione e il coraggio quello della comodità.

Categoria Senza categoria

07 Dic

Commenti disabilitati su Parlando di Folgaria, superato ogni limite.

Parlando di Folgaria, superato ogni limite.

by

Michael RechNon posso non intervenire rispetto al perdurare di una ormai eccessiva e deleteria campagna stampa che da settimane coinvolge Folgaria. Questo perché se da una parte è doveroso che di fronte a problemi e situazioni così gravi, il paese, la gente e la politica accendano un dibattito schietto in merito a cause e prospettive, ritengo di gran lunga superato il limite di oggettività dei temi proposti che sfocia in una campagna denigratoria di un intera Comunità. Non è questo il momento delle rivincite da pulpiti improvvisati o per mano di soggetti estranei al territorio, con motivazioni peraltro diverse rispetto al bene di Folgaria. Qui, e mi rivolgo alla popolazione del Trentino che da mesi vede Folgaria raccontata come un paese disfatto, ci sono famiglie, imprese, giovani che lavorano forte, che ogni giorno si impegnano per realizzare progetti e che ancora credono in questo territorio.

Siamo consapevoli della delicata situazione economica Folgaretana. Sarebbe irresponsabile non ammettere e riconoscere un preciso momento storico di difficoltà. Ma non si può nemmeno disconoscere quanto in questi 20 anni è stato fatto e quanto abbia garantito sviluppo economico per un’intera Comunità.

Indipendentemente da tutto, Folgaria oggi rappresenta un ambito turistico tra i più importanti del Trentino, con nuove imprese e giovani imprenditori. Qualcuno di recente ricordava gli anni che furono, beh, se siamo qui a parlarne è anche grazie a questo progetto.

Oggi le nostre imprese soffrono lo strascico più duro della crisi, della pressione fiscale ed anche va detto, di un flusso turistico annuo troppo discontinuo generato tra estate e inverno. Sono stati fatti errori, certo, la comunità è disorientata, vi è una spaccatura sociale e di coesione, ma non è questo il momento di lasciarsi andare, di farsi travolgere dagli avvenimenti, se si è al capolinea di qualcosa (cit. Questo Trentino) non siamo certamente di fronte al capolinea di Folgaria ma alla chiusura di un ciclo di sviluppo, come è giusto che sia.

Abbiamo assistito a dichiarazioni, articoli, volantini anonimi talvolta ripresi anche da esponenti del consiglio provinciale, dove con voluto pressapochismo per opportunismo politico venivano citati dati parziali, alcuni totalmente privi di fondamenta, forvianti rispetto al reale andamento turistico-economico del territorio. Qui lo certifico, non va tutto bene, ma la situazione disegnata in questi mesi è completamente distorta rispetto alla realtà. Non lo diciamo noi, ma i dati, i feedback dei nostri turisti, dei tour operator e dei mercati che attribuiscono a Folgaria, dinamicità, varietà di proposta. I nostri imprenditori a testa bassa stanno aprendo le loro attività, nonostante anche il meteo sia contro di noi, chiediamolo a loro se questa bagarre è quello che serve o se invece ci sia necessità di ripartire da questa difficoltà con un nuovo disegno di territorio, ancora una volta rimboccandosi le maniche.

Serve una rinascita culturale e sociale, una nuova linfa che alimenti un piano di sviluppo socio economico del territorio. Questo deve chiedere Folgaria alla propria amministrazione, un profondo cambiamento, che raccolga questo disorientamento con una politica di lungo periodo. Perché la sensazione invece è quella di non vedere nulla come se tutto fosse concesso. A partire dalla denigrazione continua di questa Comunità ma perfino paradossalmente ai proclami di secessione Trentina da parte di un proprio amministratore.

Leggi tutto

Categoria Senza categoria

01 Dic

Commenti disabilitati su Avviato il progetto sperimentale di gestione degli appartamenti

Avviato il progetto sperimentale di gestione degli appartamenti

by

Seconde CaseIl tema delle seconde case degli Altipiani Cimbri, è storicamente conosciuto. Il rapporto lega ambiente 2009 indica Folgaria (71,35%) e Lavarone (79,83%), tra i primi cinque comuni trentini con maggior incidenza di seconde case sul totale delle abitazioni. Uno sviluppo urbanistico partito negli anni sessanta, che vede il più importante picco di concessioni edilizie a cavallo dei primi anni settanta, e poi una ripresa negli anni ottanta con uno strascico fino agli anni duemila.

Questo fenomeno, anche se in un primo momento aveva garantito introiti per i residenti, per l’edilizia, liquidità alle casse municipali e risposto apparentemente alla domanda di nuovi turisti, ha generato drastiche implicazioni socio-economiche-territoriali. Di fatto è stato utilizzato gran parte del territorio disponibile, togliendo spazio alle abitazioni prima casa e facendo lievitare di molto il prezzo dei pochi terreni ancora fruibili. Si sono creati interi villaggi fantasma, che contribuiscono ad alimentare il deperimento di alcuni paesi già acciaccati dallo spopolamento. Un patrimonio edilizio, per dimensioni, congruo a cittadine con popolazione dieci volte superiore, creando costi pubblici in termini di servizi, non indifferenti. Inoltre come è risaputo, la sproporzione tra alloggi vacanza e posti letto alberghieri, implica notevoli ripercussioni sulla fruizione turistica del territorio.

Oggi gli Altipiani, hanno di fronte un’opportunità, “Da problema emergente ad opportunità di sviluppo”. Come trasformare l’alto tasso di seconde case ed appartamenti turistici in economia con ricadute notevoli nel settore commerciale ed artigianale-edilizio.

Leggi tutto

13 Lug

Commenti disabilitati su Strategie di Sviluppo e Grandi Progetti – rispondo ad un quesito posto sul web

Strategie di Sviluppo e Grandi Progetti – rispondo ad un quesito posto sul web

by

Schermata 2014-07-13 alle 15.10.45Qualche giorno fa, una pagina Facebook chiamata “DilloPensi”, pagina di approfondimento di tematiche inerenti il territorio di Lavarone, mi ha chiesto di rispondere rispetto alla posizione assunta dalla Giunta della Magnifica Comunità degli Altipiani Cimbri in merito al progetto Parkadia (parco della Fauna Alpina Monte Rust).

Questa la mia risposta:

Leggi tutto

23 Giu

Commenti disabilitati su Nasce “Creative Vezzena”, vi spiego cosa succederà e perché è stato pensato.

Nasce “Creative Vezzena”, vi spiego cosa succederà e perché è stato pensato.

by

CREATIVE VEZZENAQualche anno fa, con alcuni imprenditori ed amministratori locali è nata l’idea di costituire l’associazione del prodotto tipico locale oggi conosciuta come Altipiani Cimbri Prodotto Qui. In particolare grazie all’impegno dei produttori e del loro presidente Nicola Cappelletti, aiutati da Emiliano Marzari e Sandro Marchesi, abbiamo cominciato ad investire in uno dei settori fondamentali per il territorio. Non solo in termini di occupazione lavorativa, di tutela dell’ambiente ma anche come imprescindibile componente del nostro prodotto turistico. Ecco che oggi possiamo contare su decine di aziende produttrici, negozi, ristoratori ed albergatori che nelle loro attività propongono un forte marchio territoriale. Si sta facendo sistema, formazione, intrattenimento e momenti espositivi addirittura un progetto di e-commerce. Leggi tutto